lunedì 30 gennaio 2017

ADE-Carthago Delenda Est

Artista : ADE
Disco : Carthago Delenda Est
Genere : Death Metal
Durata : 46'
Tracce:  10
Anno: 2016 

Etichetta:Xtreem Music


Voto: 8

Recensionea cura di: MARCO DURST

Non c'è molto da spiegare quando si parla degli ADE.
I centurioni romani fanno parlare di loro sin dall'inizio della propria carriera (2007). La band del centro italia, che ha già dato alla luce ben due EP e tre Full Length rendendosi un punto ben radicato per i fan del genere, ci allietano l'animo regalandoci il loro ultimo lavoro: "Carthago Delenda Est", reso pubblico a Luglio 2016. Inutile affermare l'impatto sonoro che gli ADE ci regalano con questo ultimo successo. Dopo averlo ascoltato, risulta impossibile non poterlo ricapitolare! L'album si apre egregiamente con la title track "Carthago Delenda Est": l'intro temporale riporta indietro nei secoli la mente dell'ascoltatore, suscitando un senso adrenalinico che si scatena alle prime sonorità di un prorompente death; Una track colma di energia, incorniciata in un quadro artistico esemplare. Parte in quarta "Accross The Wolf's Blood", con un terremoto sonoro degno di nota che frantuma il muro della quiete, espandendo gli orizzonti dell'estremo ed elargendo una corposa struttura strumentale priva di eguali, colpi di scena ed arricchimenti scenografici senza sosta! Il vento di "Annibalem" soffia possente, sfiorando idealmente l'animo del pubblico: una intro canora orchestrale spalanca le porte ai mordenti riff della death-band romana. Impressionante è il modo in cui questi ragazzi riescano ad accostare diverse sonorità, mescolandole in pochi minuti di track, realizzando un pezzo del genere. Il maestoso barrito di un elefante porta con se l'imponente "With Tooth And Nail": impossibile descrivere l'incredibile prestanza sonora di questo pezzo, enfatizzato da una ritmica leggermente rallentata che evidenzia ogni singolo strumento della band, contornata dai profondi suoni orchestrali che accompagnano la nobile dote canora del frontman:
pura adrenalina.
Le nuvole stipate di rovente death accompagnano "Dark Days Of Rome", provocando un corposo rovescio sonoro e facendo straripare il fiume dell'energia musicale; l'impatto sonoro del pezzo è eccellente, senza contare le profonde vibrazioni emanate da un percussionista posseduto dal demone del metal. Il riff introduttivo di "Scipio Indomitus Victor" dona un leggiadro tocco d'eleganza alla track, togliendo delicatamente il velo che copre il seguito del pezzo e scoprendo l'imminente vitalità che ha in serbo per il pubblico; 4:56 minuti di puro movimento! L'impalpabile intro marittima di "Mare Nostrum" disegna un idilliaco quadro sonoro nella mente dell'ascoltatore, prima che un oceano di infinita possenza musicale si trasformi in uno tsunami di riff e ritmiche eclatanti, trascinandosi dietro eterni suoni orchestrali che rendono questo pezzo una perla nell'intero album. Una massiccia dose di adrenalina viene iniettata nelle vene di un pubblico estasiato con "Zama: Where Thusks Are Buried", che collassa in una sonora overdose; la teatralità della track si accosta magnificamente al corposo death della band, nel conempo in cui la storia viene narrata dall'influente voce del frontman. L'autorevole sound di "Excidium" inonda l'udito degli ascoltatori, penetrando fino a far vibrare le corde dei loro animi pronti a danzare sotto le ritmiche di questo pezzo brutalmente spinto; Inconfondibile la tecnica di questi ragazzi, che maneggiano il classico death metal, arricchendolo con le loro emozioni. L'imponente viaggio si conclude con l'energia sprigionata da "Sowing Salt", che con un basso esemplare e una massiccia composizione ritmica, saluta il pubblico in maniera a dir poco perfetta. Le radici degli ADE sono ormai profonde e ben salde nel terreno della scena underground romana. Con "Carthago Delenda Est" la band dimostra che Roma, oltre ad aver iniziato la civiltà, ha dato vita ad un successo che nei tempi si è dimostrato degno di tale nome. L'Italia è simbolo di storia, cultura e conoscenza, sinonimi di una reputazione priva di eguali nel mondo. Con il progetto di questi ragazzi, ed in particolar modo di questo album, gli ADE mostrano al pianeta la loro preparazione, le loro tecniche e la loro inventiva, tenendo alto il nome del Metal italiano, lanciando nel globo i semi di un armonioso futuro per la nostra scena nazionale. ADE: orgoglio italiano.


Traccia più interessante : With Tooth and Nail

Sample track  - With Tooth and Nail


Tracklist
1 - Carthago Delenda Est
2 - Across the Wolf's Blood
3 - Annibalem
4 - With Tooth and Nail
5 - Dark Days of Rome
6 - Scipio Indomitus Victor
7 - Mare Nostrum
8 - Zama_ Where Tusks are Buried
9 - Excidium
10 - Sowing Salt